Italian gay daddy escort gay pianeta

italian gay daddy escort gay pianeta

Il regista e protagonista di Postcard To Daddy dichiara subito quali sono le proprie intenzioni: Fino a quando la famiglia si sfascia e il giovane Michael trova il coraggio di raccontare tutto a sua madre. Mentre la sorella decide di tagliare definitivamente i ponti col padre e il fratello Christian sceglie invece di mantenere i contatti, lui si rifà una vita e una famiglia e non sembra mostrare alcun segno di rimorso o di pentimento.

Nel frattempo Michael comincia consapevolmente a gettar via la sua vita, forse per autopunirsi o per aver altro dolore a cui pensare, per non affrontare la sua esperienza. Fa uso di sostanze stupefacenti, beve, si macchia la fedina penale e mantiene una condotta piuttosto promiscua, nel desiderio cosciente di volersi dare totalmente agli altri, di essere sottomesso. A questo punto ci si aspetta che Michael riservi parole dure nei confronti del padre, che non voglia più avere nulla a che fare con lui, dal momento che gli ha rovinato la vita.

Lo spettatore capisce che a farlo riflettere è il rapporto difficile che il suo compagno Rémi, al quale è dedicato questo documentario, ha con il proprio padre. Lo vede diventare un fanatico religioso a causa del senso di colpa e infine suicidarsi. Emerge qui un altro aspetto controverso della vicenda, che qualcuno userebbe come argomento a proprio favore oggigiorno. La televisione tedesca approva il progetto, ma richiede che questo dettaglio venga cambiato, in modo da non veicolare il messaggio che chi subisce abusi in giovane età poi diventa gay.

Il regista acconsente, ma spiega comunque le proprie posizioni. Nessuno comunque sembra capire questa volontà di riconciliarsi col padre.

Sua mamma, i suoi fratelli, i suoi compagni sembrano non approvare, ma comunque rispettare il suo punto di vista. Cosa che invece risulta difficile forse allo spettatore, che osserva la vicenda con occhi esterni e inconsapevolmente formula un proprio giudizio.

Non si esce dalla sala senza riflettere. Infatti in Germania, come ci ha raccontato il regista, il documentario ha scatenato una serie di discussioni, che verranno portate avanti per tutto il Michael Stock si è stupito della poca affluenza e ci ha domandato a cosa fosse dovuta.

Forse troppo triste ridurla a una mera questione di orario Sono sensi di colpa e pensieri che ci assillano. Ci portano da qualche parte questi pensieri? Ieri sera, una telefonata con L. Come se un po' di non detto ne fosse venuto fuori. Tutto risolto ora, siamo sereni. Ci son state le mie scuse, ci sono state le sue.

Ma, non abituato a discutere con lui, poi partono proprio i pensieri riportati qui sopra. Questi pensieri non credo mi servano più di tanto, certo serve l'autocritica, certo serve un'auto-analisi ma con i "se" e con i "ma" non si costruisce nulla e mi convinco che a ripensarsi "se avessi preso altre decisioni", cercando di attuare diverse "strategie", non si va poi molto più lontano.

La strategia va forse bene all'inizio, è anche naturale porla in atto ma poi, quando il rapporto si approfondisce, quando la conoscenza diventa intima E con quello ti misuri. Eppure è proprio tipico degli amori finiti questo rimuginare e cercare un pensiero strategico. Scusate le banalità scritte e la mia confusione Pur con le tempie che mi si argentano sono ancora all'ABC dei sentimenti.

Invece Masi è uscito al 20mo minuto per infortunio e la partita è proseguita veramente male. Onore ai vittoriosi allora, tra i quali voglio segnalarvi due bellocci tra le loro file. Si, perchè In consapevole vi rompe le balle ovali con il rugby, ma in compenso, col suo occhio gayo, vi porta all'attenzione manzi meritevoli.

: Italian gay daddy escort gay pianeta

Italian gay daddy escort gay pianeta 205
Italian gay daddy escort gay pianeta 146
CHAT GAY MILANO ANNUNCI GAY MESTRE Gay video in italiano escort gay a brescia
italian gay daddy escort gay pianeta

2 thoughts on “Italian gay daddy escort gay pianeta

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *